Superare la paura di entrare in ascensore

superare la paura di un ascensore
Uomo si riprende mentre supera la paura dell’ascensore

In questo articolo vogliamo aiutare le persone che hanno paura dei luoghi chiusi – claustrofobia – e nello specifico superare la paura di entrare in ascensore nella vita di tutti i giorni.

Il caso che trattiamo in esame riguarda Cruz, il figlio di un importante showgirl e conduttrice americana di cui non sveleremo il nome per motivi di privacy, che ha raccontato nelle storie Instagram come suo figlio è riuscito a superare la paura di entrare in ascensore dopo ben due anni.

Quello che ci ha detto la mamma di Cruz è che sta aiutando suo figlio nel superare la paura di entrare in ascensore attraverso la tecnica chiamata terapia della esposizione. Cruz, si sta sottoponendo a una terapia dell’ esposizione per sconfiggere la sua paura degli ascensori.

La mamma ha notato i progressi del suo bambino di 7 anni e lo mostra a tutti i suoi follower tramite le Instagram Stories. La storia in questione riprendeva il piccolo Cruz che si accingeva ad entrare in un ascensore “nuovo”, che non conosceva e non aveva mai visto.

Nella voce registrata durante la storia si udiva chiaramente la mamma commossa, parlare nella sua lingua e dire

“Fino a questa settimana Cruz non entrava in un ascensore da quando, all’età di 5 anni, aveva visto un Power Ranger rimanerci incastrato”. “Ora ogni giorno, prendiamo un nuovo ascensore e lo premio con un dolcetto o un pacchetto di figurine”

Questa era la storia di come Cruz dopo 2 anni è riuscito a superare la sua paura. Ecco come curare la fobia dell’ascensore con la speigazione di cosa è e come funziona la terapia dell’esposizione.

Che cos’è la terapia dell’esposizione?

La terapia dell’esposizione è un tipo specifico di tecnica psicoterapeutica cognitivo-comportamentale che viene spesso utilizzata nel trattamento del disturbo post-traumatico da stress (PTSD) e delle fobie. La terapia dell’esposizione è una tecnica sicura e comprovata se utilizzata da un terapeuta esperto e autorizzato, specializzato in questo tipo di condizioni e trattamenti. Se usata correttamente, la ricerca scientifica ha dimostrato che può essere un metodo potente per aiutare una persona a superare l’ansia e la paura associate al PTSD o alle fobie.

Nel PTSD, la terapia di esposizione ha lo scopo di aiutare il paziente ad affrontare e a controllare la paura e l’angoscia che sono state sopraffatte dal trauma, e deve essere eseguita con molta attenzione per non traumatizzare nuovamente il paziente. In alcuni casi, i ricordi o le reminiscenze del trauma possono essere affrontati tutti insieme (“flooding”), mentre per altri individui o traumi è preferibile lavorare gradualmente fino al trauma più grave utilizzando tecniche di rilassamento e iniziando con fattori di stress meno sconvolgenti o affrontando il trauma un pezzo alla volta (“desensibilizzazione”).

Il terapeuta lavora con il cliente per determinare quale sia il metodo più adatto a lui e al suo trauma. Il paziente non è mai costretto a sottoporsi a un trattamento di cui non è sicuro o di cui ha paura. Un buon terapeuta aiuterà a spiegare il tipo di tecniche che desidera utilizzare e si assicurerà che tutte le domande del paziente trovino una risposta soddisfacente.

Nelle fobie, la terapia dell’esposizione viene utilizzata in combinazione con esercizi di rilassamento e/o immagini. Insieme all’apprendimento di uno stato di rilassamento a piacere, questa tecnica terapeutica espone gradualmente il paziente a ciò che lo spaventa e lo aiuta ad affrontare le sue paure.

Esporre qualcuno alle proprie paure o a traumi precedenti senza che il cliente abbia prima appreso le tecniche di coping che lo accompagnano, come il rilassamento, la mindfulness o gli esercizi di immaginazione, può far sì che la persona sia semplicemente ritraumatizzata dall’evento o dalla paura. Per questo motivo, la terapia di esposizione è tipicamente condotta all’interno di una relazione psicoterapeutica con un terapeuta addestrato ed esperto di questa tecnica e dei relativi esercizi di coping.

Quando si vuole intraprendere una terapia di esposizione per trattare il PTSD o la fobia, è bene cercare uno psicoterapeuta con esperienza o specializzato in questo tipo di psicoterapia. A causa del potenziale di danno di questo specifico tipo di tecnica terapeutica, si sconsiglia di rivolgersi a un terapeuta o a un altro professionista che non sia specificamente formato e abbia molta esperienza in queste tecniche. Non è una tecnica che si presta all’auto-aiuto o all’aiuto di un amico ben intenzionato.

Se usata in modo corretto e professionale, la terapia di esposizione è una tecnica psicoterapeutica sicura ed efficace.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.